Mauro Scardovelli

Giurista, psicoterapeuta, musicoterapeuta, fondatore di Aleph – Biodinamica Umanistica (ex “Aleph – PNL Umanistica Integrata”), scuola di pensiero, di trasformazione e crescita personale. Terminata la carriera di docente di Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi di Genova, dal 2006 si occupa a tempo pieno di formazione, incontri terapeutici, supervisione, ricerca.

Carolina Bozzo

Biologa, counselor, co-fondatrice e trainer di Aleph PNL Umanistica, svolge da anni attività di consulenza e formazione utilizzando i principi e modelli sviluppati con Mauro Scardovelli e confluiti nel pensiero Aleph, generato dall’ibridazione feconda di PNL umanistica, ipnosi ericksoniana, Analisi Transazionale, Psicosintesi, Corenergetica, Biodanza, Costellazioni.

Da dove originano l’ingiustizia e la sofferenza?

Quali presupposti individuali e culturali la alimentano?

Quali pratiche promuovono la giustizia, il bene comune, il benessere personale?

Quale tipo di pensiero favorisce la consapevolezza, la solidarietà, la libertà, l’ecologia profonda?

“ […] credo che le persone, salvo rari casi, si guariscano da sole. Hanno solo bisogno di incontrare e frequentare un contesto di opportunità in grado di favorire l’emergere delle loro risorse.

Un contesto di opportunità ispirato a presupposti, visioni del mondo, premesse epistemologiche differenti e più sane rispetto a quelle oggi dominanti in questa società neoliberista e globalizzata.”

“Per questo […] ritengo che non sia più plausibile la ricerca del proprio benessere personale scollegata dalla ricerca del bene collettivo.

Viviamo in una società malata.

Ma questa malattia non è casuale: è la diretta conseguenza delle premesse su cui si fonda tutta la società di mercato in cui abitiamo.

Quello che ci viene spacciato per “libertà” è in realtà grave malattia, fonte costante di depressione, ansia, paura del futuro, insoddisfazione esistenziale… problemi oggi sempre più diffusi, in quanto l’enorme crisi economico-politica che stiamo attraversando è, in realtà, una maschera dietro cui si celano scelte politiche antidemocratiche ed oppressive che ledono gravemente la dignità, la salute e i diritti umani.

Ho deciso quindi di non lavorare più con le persone senza affrontare anche questi argomenti: è oggi irrinunciabile a tutti noi comprendere che nevrosi individuale e collettiva si sostengono reciprocamente.”

Non si giunge al benessere e alla guarigione richiudendosi nell’analisi infinita dei propri vissuti e atteggiamenti, ma imparando a sviluppare le Qualità che favoriscono cambiamenti positivi. E scoprendo che le qualità utili a promuovere un mondo migliore intorno a noi, sono le stesse che coltivano i semi di felicità al nostro interno: umiltà, genuinità, ascolto, trasparenza, compassione, empatia nella gioia ecc.

Nessuna tecnica psicologica, piennellistica, nessun percorso spirituale, nessuna battaglia politica, è in grado di nutrire veramente un essere umano se non si fondano sulle Qualità dell’Esssere.

Sono convinto che queste conoscenze e pratiche, in una società più umana, dovrebbero essere insegnate a tutti, a partire dai primi anni delle elementari.

  • Per liberarci dai pregiudizi e dalle falsità propagandate da élite e centri di potere finanziari, economici, politici, disinteressati al bene comune.
  • Per liberarci da stili di vita che sono tossici per noi e l’ambiente.
  • Per comprendere i nostri veri bisogni e sentimenti, che ci accomunano agli altri.
  • Per essere noi stessi agenti di cambiamento per un mondo migliore.